LA MEDITAZIONE DI DON GIANBATTISTA:
CONOSCERE LA TRINITA’

trinita_Guercino

L’atteggiamento giusto, in argomento, non può essere nell’ordine del sapere: il mistero della Trinità non vuole riportarci alla ricchezza di conoscere ciò che è, per noi, inconoscibile. Tanto luminoso – dobbiamo pensare – da abbagliarci, eppure è nel patrimonio della rivelazione che Dio ci offe di sé. Il nostro atteggiamento deve essere di fede e di tono religioso, non speculativo. Il vangelo parla della Trinità in modo prevalentemente descrittivo, in contesti narrativi, ma in momenti di grande importanza: annunciazione, battesimo al Giordano, trasfigurazione, ascensione… e poi anche molto più diffusamente per allusioni; questo ci fa pensare.

Il Signore vuole che noi sappiamo di Lui anche quanto non capiamo: perché? Perché ci vuole partecipare la sua intimità: vuole che l’uomo abbia parte a Lui. Davvero è di commovente interesse! Il rapporto non è di conoscenza, ma vuol toccare la vita: è questo che importa al Signore, questo deve importare a noi.

Del resto, al bimbetto interessa che il papà sia un importate uomo pubblico, o non piuttosto che si coinvolga nei propri giochi? È così che percepisce il suo amore (ricordiamo il celebre esempio di Agostino). Conoscere oltre il conoscibile, meglio implicati nella realtà di Dio superando limiti naturalmente invalicabili come sono quelli di natura tra uomo e Dio! Noi onoriamo la SS. Trinità soprattutto stupendoci dell’amore di Dio che ci immette nel suo mistero di unità-trinità. Spesso ci sforziamo di trovare implicazioni col nostro cammino di uomini che tentano la via della fede: questo è assolutamente plausibile e insieme ingenuo, noi abbiamo intelligenza analitica, non semplice e sintetica.

Si leggono trasparenze della Trinità nella famiglia umana, o – è forse anche più pertinente – allusione all’amore: Dio è amore, questo non ci dice tanto la natura (che è preclusa al nostro pensiero) ci indica però anche più: la tensione, lo sporgersi verso l’uomo messo in consonanza con la realtà di Dio dentro il mistero trinitario.

Scarica il foglietto degli avvisi –> Foglietto nr:73-1

DON GIAMBATTISTA MILANI RITAGLIODon Gianbattista Milani
parroco di Ballabio

 

 

 

 

 

Condividi sui Social!