21/08/2014 - 22:00

Estate al Parco delle Grigne - Clicca qui per info Confartigianato - Clicca qui per INFO

IMU: ''ASPETTIAMO DECISIONI DEL GOVERNO''. ALTRIMENTI PAGHERANNO LE SECONDE CASE

Scritto da: Redazione Ballabio - 02/04/2012

IMU: ''ASPETTIAMO DECISIONI DEL GOVERNO''. ALTRIMENTI PAGHERANNO LE SECONDE CASEQuello di Ballabio è uno dei tantissimi Comuni (migliaia in tutta Italia) in attesa di avere notizie precise e possibilmente definitive sulla nuova imposta locale che tornerà a colpire anche le prime abitazioni. Ma se non cambierà nulla, il sindaco preavvisa: "Saremo costretti ad alzare le tasse sulle seconde...".

Qualcuno, anche vicino a Ballabio, ha deciso di non aspettare ed è partito con le sue nuove aliquote - Cremeno ad esempio ha agito proprio su quelle delle seconde case. Ma molti, anzi quasi tutti i Comuni sono in stand-by, attendono che qualcosa si sblocchi perché le indicazioni di massima date a livello nazionale, quel 4/1000 sull'abitazione principale e il 7,6 sulle secondarie e soprattutto il ruolo di "esattori per conto dello Stato" (che si trattiene una bella fetta dell'IMU alla faccia del famoso federalismo) non convincono gli amministratori locali.

Tra le conseguenze c'è l'ansia con cui i proprietari di immobili a loro volta pendono dalle labbra di sindaci e assessori e la stessa impossibilità delle amministrazioni di preparare dei bilanci di previsione attendibili - ormai proprio la ex ICI è diventata fondamentale nei conti dei paesi, vista la penuria assoluta di risorse per i "poveri" Comuni.Pontiggia: ''Morterone? Siamo noi<br>che diciamo no, grazie''

E allora anche Ballabio aspetta. E spera che qualcosa si muova, laggiù a Roma. "Diversamente - ammette il primo cittadino Luigi Pontiggia - saremo costretti ad agire operando sull'aliquota delle seconde case, salendo oltre il 7,6 per mille che costituisce la base secondo il Governo ma che può essere elevata di alcuni punti". Nel nostro paese c'è ancora un elevato numero di proprietari di case che non costituiscono l'abitazione principale - e pure loro adesso vivono nell'ansia di non sapere quanto in definitiva andranno a pagare.

Il tutto come detto tiene ferma anche la chiusura e la successiva discussione del bilancio di previsione 2012, del quale a Ballabio come altrove si son perse le tracce. Di un documento di bilancio invece si parlerà a breve, ci riferiamo al consuntivo 2011 che dovrebbe essere presto oggetto di esame in un consiglio comunale che potrebbe essere convocato più o meno dopo la metà del mese di aprile (il pronostico è tutto nostro). Rimane l'incertezza a livello previsionale, non poter stilare una programmazione di entrate e uscite è un fatto grave, specie in fasi "di magra" come queste. E le stesse opere pubbliche così restano nell'aria.

 
LEGGI ANCHE (DA VALSASSINANEWS):

IMPOSTA UNICA COMUNALE: UNA ''RAPINA A MANO ARMATA'' PER I COMUNI 

Scritto da: Fernando Manzoni - 31/03/2012

Arriva la nuova Imu, anzi l'Imp, imposta municipale propria, e questa tassa "comunale" ha tutta l'aria di essere qualcosa di poco conveniente per i cittadini ma anche appunto per i Comuni. Taceno ad esempio, sara' presumibilmente fuori bilancio di novanta milaeuro. Previsto l'aumento delle aliquote o tagli pesanti ai servizi.

 

 

 

 

 

 





ARTIGIANPELLE COLLEZIONE INVERNO

CARROZZERIA POLVARA - CLICCA QUI PER INFO

VENDITA A INTROBIO



Pagine utili per chi vibe a Ballabio


meteo turismo

ACEL - Vicini a te e al territorio - Clicca Qui per INFO