NEVE FINO A QUOTE DI PIANURA: DALLA REGIONE SCATTA LA CRITICITÀ DA “CODICE GIALLO”

NEVE marciapiede di Via Mazzini

MILANO – Il Centro Funzionale Monitoraggio Rischi Naturali della Regione ha emesso in queste ore un avviso di criticità per rischio neve su molti settori della Lombardia compresi quelli del nostro territorio – ma anche a bassa quota. La decorrenza è quella del primo mattino di domani, domenica. Di seguito la tabella completa con i diversi settori e i relativi codici, a seguire una dettagliatissima sintesi meteorologica con gli scenari fino alla mattinata di lunedì 28 gennaio.

SINTESI METEOROLOGICA
Domani, domenica 27/01, dal primo mattino deboli o molto deboli precipitazioni a partire dai settori occidentali, in estensione sparsa verso est in giornata anche ai restanti settori. Maggiormente interessati i settori alpini, prealpini e settori di alta pianura, dove nel pomeriggio le precipitazioni tenderanno ad essere diffuse. In serata poi in attenuazione e in esaurimento a partire dai settori nordoccidentali. Limite neve inizialmente attorno a 600 metri, quindi in abbassamento nel corso del pomeriggio-sera, con possibile neve/nevischio/pioggia mista a neve fino a quote di pianura. Su fascia alpina, prealpina e Appennino accumuli di neve tra i 600 e i 1200 metri mediamente compresi tra 3-10 cm, dove i valori più elevati fanno riferimento ai settori Retici di confine, in particolare Alta Val Chiavenna. Sui settori pedemontani e parte di alte pianure, sotto i 600 metri accumuli al più attorno a 1-2 cm. Sui restanti settori di Pianura e sulla fascia collinare dell’Oltrepò Pavese accumuli al suolo mediamente inferiori a 1 cm. Nella notte tra domenica e lunedì 28/01 residue precipitazioni sui settori Retici di confine e su parte dei settori orientali della regione, in particolare fino al mattino possibili ancora su basso mantovano, con limite neve fino al suolo. Altrove assenti o occasionali.

 

Condividi sui Social!