MARCO ANEMOLI NUOVO PRESIDENTE CAI DI BALLABIO: “PUNTIAMO ALLE PROPOSTE DI ALPINISMO GIOVANILE”

Giuseppe Calumer Orlandi e Marco Anemoli CAI BallabioGiuseppe Calumer Orlandi e Marco Anemoli CAI Ballabio

Marco Anemoli CAI Ballabio 2019

Marco Anemoli, il nuovo presidente

BALLABIO – Il Consiglio Direttivo della Sottosezione Casimiro Ferrari del Cai di Ballabio ha individuato, con votazione unanime, le persone chiamate a rappresentarlo. Il nuovo presidente del sodalizio sarà Marco Anemoli e suo vice Lorenzo Crimella , entrambi già Consiglieri nello scorso mandato. Gli altri incarichi sono così suddivisi: responsabili della segreteria sono Anna Zambelli e Roberto Raveglia; responsabile sede Luigi Corti; responsabili delle ferrate e sentieri Paolo Crippa, Roberto Raveglia e Lorenzo Crimella; responsabili gestione della baita di Bongio Matteo Mazzoleni e con la commissione esterna formata da Giosuè Beri e Ermes Fiorini; responsabili contatti con associazioni Walter Sangalli e Massimiliano Bianchi; responsabili gite Giuseppe Orlandi e Alessandra Spreafico; responsabile alpinismo giovanile Alessandra Spreafico insieme al responsabile tecnico Oscar Invernizzi; revisore dei conti Comi Paolo; responsabile pubbliche relazioni e stampa lo stesso presidente Marco Anemoli.

“Il mio primo pensiero porta ad un doveroso ringraziamento al presidente, vice presidente e membri del consiglio uscente per l’ottimo lavoro svolto nel triennio precedente; e uno speciale riconoscimento è rivolto alle persone con cariche decadute ma che si sono resi comunque disponibili ad un rapporto futuro di collaborazione: Giosuè Beri, Ermes Fiorini, Daniela Crimella e Oscar Invernizzi” ha dichiarato il neo eletto Anemoli.

CALUMER-IN-MONTAGNA“Subentrare al precedente presidente Giuseppe Orlandi, per tutti il “Calumer”, non è semplice visto il carisma e le competenze che lo caratterizzano, ma la fortuna è di poter contare su un consiglio affiatato, composto da nuovi ingressi, consiglieri già presenti nel vecchio mandato e tre consiglieri di esperienza che hanno fatto la storia del Cai di Ballabio, Orlandi , Corti e Zambelli; pronti tutti ad un lavoro sinergico ed a suddividersi i compiti.” ha aggiunto.

“L’obiettivo principale è rivolto ai giovani, con le uscite del corso di Alpinismo Giovanile e in affiancamento alle maestre della scuola elementare di Ballabio nelle loro uscite esterne nel nostro territorio, specie in ambito montano, senza comunque tralasciare tutti gli impegni che a breve saranno pubblicati nell’apposita locandina, insieme al programma delle uscite dell’Alpinismo Giovanile”.

Condividi sui Social!