UNA SOLUZIONE SALVASPAZIO ED ECONOMICA: LE SCALE A SCOMPARSA

3930-scale-scomparsa

Guadagnare spazio in casa

Cosa sono e a cosa servono le scale a scomparsa?

Soppalchi, soffitte, solai rendono tutte le case, soprattutto quelle di dimensioni più ridotte, molto più funzionali di come sarebbero se prive di questi spazi accessori.

Nel soppalco ci sta comodamente una postazione per la notte, completa di letto a una o a due piazze, piccolo armadio, cassettiera, piccola libreria e sufficiente spazio per vivere appieno la stanza sospesa. Oppure, vi si può installare un ufficio, un’area gioco, un’area relax, …

In soffitta e in solaio, si possono accatastare oggetti dall’uso poco frequente, i vestiti del cambio stagionale, gli sci e il bob durante l’estate e la bici durante l’inverno.

Insomma, disporre in un appartamento di soppalchi, solai e soffitte consente di sfruttare molto meglio gli spazi residui dell’abitazione, senza ridurre la superficie a disposizione della vita diurna (cucina, sala, …).

Alcune difficoltà da superare

Ma c’è un rovescio della medaglia in tutto ciò: si tratta della scala, elemento che diventa imprescindibile per raggiungere questi locali, quando necessario, ma che, allo stesso tempo, occupa una superficie importante della casa.

Anche solo visivamente, una scala ha una presenza imponente all’interno di una stanza, assurgendo sì ad elemento decorativo, ma divenendo anche elemento di disturbo fisico, in particolare quando la casa in questione non è eccessivamente grande.

Un altro problema è che una scala, sia essa a giorno o a chiocciola, ha un costo che può arrivare ad essere anche piuttosto importante. A maggior ragione, se si decide di fare della scala un elemento decorativo e di impatto: a questo punto, la scelta di materiali e forme particolari rischia di far lievitare il prezzo finale.

La scala a scomparsa come soluzione

Esiste tuttavia una soluzione che consente di risolvere tutti i problemi visti fino ad ora: rendere accessibile il piano superiore; impattare il meno possibile sull’estetica della stanza o della casa in generale; consentire un risparmio sulla fattura finale.

La soluzione in questione è rappresentata dalle scale a scomparsa.

Come dice il nome stesso, si tratta di scale che possono essere chiamate in causa (e quindi visualizzate) solo al momento in cui servono. Quando non vi è necessità di accedere al solaio, alla soffitta, al soppalco o al tetto di casa, queste scale, con un semplice gesto, possono essere fatte letteralmente sparire o semplicemente salire.

In questo modo si potranno risolvere i tre problemi di cui si è trattato sopra.

La stanza o il luogo in questione saranno raggiunti quando necessario; si elimina l’impatto visivo e fisico della scala nel piano di partenza; si risparmia parecchio, rispetto all’acquisto e all’installazione di una scala tradizionale, fissa.

Tipologie e installazione delle scale a scomparsa

Nel caso di soffitte, solai e sotto tetti, la scala a scomparsa sarà inserita in una botola, dotata di serratura. Quest’ultima può essere fatta scattare in due modi: con un bastone specifico e sufficientemente lungo da raggiungerla, nei modelli meccanici e manuali; con un pulsante o un telecomando, nei modelli motorizzati.

Quando la si chiude, la scala a scomparsa si solleverà e si richiuderà su se stessa, per occupare meno volume possibile all’interno della botola.

Nel caso non venga predisposta la botola, come per i soppalchi, la scala resta generalmente a vista: si solleva e si va a richiudere su se stessa, all’incirca all’altezza del piano di arrivo.

I modelli più diffusi di scale a scomparsa sono due.

I primi sono detti a soffietto (o a pantografo) e sono quelli che si richiudono completamente nella loro botola. Si tratta di prodotti solidi, realizzati in acciaio e adatti ad un utilizzo molto frequente. In alternativa, ne esistono delle versioni in alluminio, più leggere e riservate ad un uso più rado.

I secondi modelli sono detti ad incastro, con un sistema a rampa rigida: le singole porzioni della scala a scomparsa si muovono a blocchi incastrati fra di loro. Lo svantaggio di quest’ultima soluzione sta nella necessità di disporre di volumi maggiori per il ricovero della scala.

Le scale a scomparsa, dette anche scale retrattili, sono, in genere, vendute in pronta consegna e quindi adattabili alle caratteristiche delle diverse installazioni. In casi specifici, dove emergano necessità particolari, possono essere realizzate su misura, in modo da venire in contro alle esigenze di ogni cliente e alle caratteristiche di ogni abitazione.

 

Condividi sui Social!