TSITSIPAS: IL NUOVO FENOMENO DEL TENNIS È PASSATO PER LECCO

TSITSIPAS copertina

C’è un nuovo fenomeno nel tennis mondiale. Lunga chioma da nobile guerriero, lineamenti duri e occhi nocciola per un fascino da dio greco. Stefanos Tsistsipas è anche dotato di un grandissimo talento che gli ha permesso nel 2018 di scalare il ranking mondiale come pochi, attualmente occupa la decima posizione e sogna di vincere a Wimbledon.

Il tennis è di certo presente nel DNA della famiglia: la madre – Julia Salnikova – è stata tra le top 200 Wta e anche il padre Apostolos – suo attuale allenatore – è stato un professionista. Lui, a soli 20 anni, è diventato il miglior tennista ellenico della storia e idolo dei giovani greci.

Stefanos iniziò a praticare il tennis giovanissimo e, con il tempo, ha sviluppato uno stile unico e spettacolare. Un mix tra classico e moderno: scende spesso a rete e colpisce di rovescio con una mano, spara dei formidabili colpi da fondo campo e ha un servizio potente.

tsitsipas

Nel maggio del 2016 Tsitsipas partecipò al torneo organizzato dal Tennis Club Lecco. Fresco e sorridente, reduce dal recente trionfo al prestigioso torneo Bonfiglio, si presentò sorridente in città lodandone le sue bellezze. I soci del TLC, da grandi esperti, avevano già fiutato il suo talento. Anche se qualcuno dei locali ogni tanto ha osteggiato questo sport, le sue qualità attrassero il pubblico a seguire i suoi match pieni di tecnica e tuffi spettacolari. In semifinale batté senza problemi il palermitano Claudio Fortuna. Nella finale, trovandosi di fronte il robusto Marco Bortolotti, dovette sudare non poco ma alla fine si impose con un 7-6 7-6.

Negli ultimi mesi il giovane talento greco si è scontrato due volte con quello che è sempre stato il suo idolo: Roger Federer. Recentemente i due si sono sfidati nella finale del torneo Atp 500 di Dubai, dove lo svizzero si è imposto con un secco 6-4 6-4. Il giovane greco aveva iniziato il 2019 alla grande: a dispetto di quanto ci si aspettasse su Skybet era riuscito a battere proprio Federer agli ottavi di finale degli Australian Open. Lo scontro aveva l’aria di un passaggio di consegne tra campione e promessa, come quello avvenuto a Wimbledon nel 2001 quando un giovane Federer batté il veterano Pete Sampras.

Sicuramente per Stefanos quella vittoria rappresenta il momento più felice della sua vita. Tra i momenti più difficili come tennista di sicuro ci sono le finali perse con Rafael Nadal, alla Rogers Cup e a Barcellona, che lo ha costretto a posticipare la sua prima vittoria in un torneo Atp. La sfida con l’asso spagnolo ha raggiunto il suo apice a fine gennaio a Melbourne: dopo aver battuto Federer il giovane greco era convinto di potersela giocare alla pari. Invece, una brutta batosta lo ha riportato con i piedi per terra, a dimostrazione che per diventare un numero uno deve ancora imparare tanto.

Proprio quest’ultima sconfitta ha costretto Stefanos a fare i conti con se stesso. Come lui ha dichiarato, il gioco dello spagnolo non gli ha permesso di prendere ritmo al punto da rendere impacciati anche i suoi movimenti sul cemento. Forse è proprio questo il più grande talento del numero uno al mondo: far giocare male gli avversari.

TSITSIPAS2

Tsitsipas, sempre seguito dal padre, si è allenato anche in Costa Azzurra alla Mouratoglou Tennis Academy. Segue molto i consigli di “The Coach”, che lui considera estremamente diretti e sempre funzionali. Non a caso è l’allenatore di Serena Williams!

Negli ultimi trent’anni il mondo del tennis ha visto molti cognomi greci quali Philippoussis, Sampras e i recenti  Kokkinakis e Kyrgios. Nessuno di loro però ha mai portato la bandiera ellenica nei gradini più alti del ranking mondiale. Qualche anno fa, lui e il padre erano stati contattati dalla federazione australiana di tennis che gli aveva offerto una naturalizzazione. Sicuramente Tennis Australia ha molto di più da offrire in termini di opportunità logistiche, economiche e sportive rispetto alla sua controparte greca, ma Stefanos ha dimostrato di possedere un forte senso patriottico e si è sempre dichiarato orgoglioso di giocare per il suo paese natale.

Noi siamo pronti a scommettere che Stefanos Tsitsipas sarà all’altezza dei grandi del tennis e regalerà ancora tante soddisfazioni a tutti gli appassionati della racchetta.

Condividi sui Social!