QUALI PIATTI ABBINARE CON IL VINO FERRARI?

4174-vino-Ferrari

Il mito Ferrari bollicine Trentodoc è conosciuto non solo in tutta Italia, ma anche al di fuori dei confini nazionali. Quello che non tutti sanno, però, è che la sede di questa eccellenza del Made in Italy accoglie, insieme con le cantine, le lounge per la degustazione e soprattutto la Locanda Margon, una destinazione ideale per tutti gli amanti della buona tavola, ma anche per i palati più ricercati che non vedono l’ora di regalarsi un’esperienza sensoriale unica grazie alle proposte di Alfio Ghezzi, chef da due stelle Michelin.

La famiglia Lunelli

Quello della famiglia Lunelli è un progetto che affonda le radici nel desiderio di continuare e prolungare il sogno di Giulio Ferrari, che nella splendida terra del Trentino ha dato vita a un vino che non ha niente da invidiare ai più costosi champagne della Francia. Gli orizzonti dei Lunelli si sono ampliati nel 2010, quando è stato reclutato lo chef Ghezzi con l’intento di abbinare le bollicine con piatti dagli standard elevati. Un risotto con il Ferrari non è una semplice proposta culinaria, ma è un’esperienza che parte dal gusto per coinvolgere tutti gli altri sensi, esaltando l’ospitalità italiana a 360 gradi.

Le cantine dei Lunelli

I Lunelli dirigono cantine che permettono di conoscere alcune delle etichette che hanno contribuito a scrivere la storia in questo ambito: nomi come Giulio Ferrari Riserva del Fondatore, Ferrari Perlé e Ferrari Rosé fanno sognare e volare l’immaginazione di tutti gli appassionati. Anche per questo motivo le cantine hanno saputo conquistare la leadership a livello nazionale e si sono fatte conoscere all’estero, dove la cucina del Belpaese è sempre apprezzata. D’altro canto è un connubio davvero impeccabile quello che si concretizza tra la complessità delle bollicine Trentodoc e numerose ricette che fanno parte della tradizione gastronomica italica, al punto che esse fanno parte dei suggerimenti di chef Ghezzi.

I menù

Un menù degustazione da non perdere è quello che prevede il risotto mantecato con il Ferrari Perlé seguito da una faraona con foglie di cavolo nero ed estratto ai funghi porcini. Per il dessert, ecco un gelato alla fava di Tonka che accompagna una torta soffice di mele caramellate al Ferrari Maximun Demi-Sec. Per ogni preparazione, le cotture sono sempre concepite e realizzate per essere al servizio della materia prima, che viene messa in risalto con passione.

La professionalità di chef Ghezzi

Il nome di Alfio Ghezzi, d’altro canto, è garanzia di qualità e di affidabilità: cresciuto alla scuola di Gualtiero Marchesi, ha avuto modo di collaborare con un altro maestro come Andrea Berton per poi diventare responsabile del ristorante Trussardi della scala di Milano. Dall’ombra della Madonnina al Trentino il salto non è certo breve, ma è nell’indole di Ghezzi cogliere l’opportunità di affrontare sempre sfide nuove e di non lasciarsi scoraggiare dagli impegni. La Locanda Margon si trova a Trento in via Margone di Ravina al civico 15: per prenotazioni si può contattare il numero di telefono 0461 349401.

Cantine Ferrari e il gruppo Lunelli

Le Cantine Ferrari sono state fondate nei primi anni del secolo scorso: era il 1902 quando la storia di questo marchio ha avuto inizio. Oggi a guidarle è Matteo Bruno Lunelli, che riveste la doppia carica di amministratore delegato e presidente, rappresentante della terza generazione della famiglia. Lunelli è a capo del gruppo omonimo, la holding Lunelli SpA, che include, oltre alle Cantine Ferrari, anche le Tenute Lunelli, la Distilleria Segnana, il Prosecco Bisol e le Acque Sorgiva. Il presidente di Cantine Ferrari, inoltre, è ambasciatore dell’Arte di Vivere Italiana.

Condividi sui Social!