LA ‘PIANETA BIMBI’ RIVOLUZIONA LA FESTA DI FINE ANNO ENTUSIASMANDO ANCHE I GENITORI

Festa finale Pianeta Bimbi 2019 s

BALLABIO – Festa finale in grande stile al Pianeta Bimbi di Ballabio. I bambini di 3 e 4 anni e in un secondo momento i più grandicelli, i Gufi di 5 anni, hanno invitato i genitori a scuola a giocare insieme a loro. Non a caso il titolo della festa su uno striscione all’ingresso era So-stare in gioco.

La festa suddivisa in quattro spazi vedeva nel giardino l’allestimento di una mostra colorata dei lavori scelti da ogni bambino fra quelli che considerava importanti. Nella mostra si trovavano anche tante scarpine in cui i piccoli alunni avevano seminato fiori. Scarpine per camminare verso un futuro felice e fiori per nutrire le api che aiutano a salvare l’ambiente.

Dentro la scuola tre splendidi laboratori uno per costruire intitolato Piccole mani, grandi opere. Senza colla e senza forbici sembra difficile eppure i lavori costruiti erano bellissimi. Nell’altro laboratorio Arte in libertà c’era invece da sporcarsi. E anche parecchio! A disposizione dentro la stanza c’erano colori a tempera, oggetti di uso comune che magicamente diventavano strumenti per dipingere e muri di fogli che aspettavano genitori e bimbi pronti a scatenarsi e divertirsi. Il terzo laboratorio, Buio e silenzio, era un’immersione in una dimensione inusuale, uno spazio buio, illuminato solo da piccole luci led, che distese sul pavimento tracciavano percorsi che potevano intrecciare le composizioni di legno che bambini e genitori via via andavano a costruire. Unica regola il silenzio perché solo la musica di sottofondo poteva parlare e liberare emozioni. Come merenda i bambini hanno degustando un dolcissimo bastoncino di zucchero filato molto apprezzato.

Festa Pianeta Bimbi Grazie dei Gufi 2019 sLa festa ha riservato ai Gufi di 5 anni uno spazio esclusivo dove i bambini hanno potuto ricevere il tanto ambito diploma che li accompagnerà alla scuola primaria, un saluto affettuoso dalle maestre di classe e una speciale dedica da Rosaria e Micaela che hanno condiviso con loro momenti di laboratori nei tre anni. La festa si è conclusa al Parco Grignetta con un rinfresco dentro la Casona concessa dal sindaco Consonni che ha fatto visita ai bambini durante il rinfresco.

“Insomma una festa all’insegna dell’allegria e del gioco che – come ha detto la maestra Lori all’inizio del pomeriggio – è uno dei bisogni fondamentali dei bambini. Ma forse , e lo abbiamo scoperto oggi, anche degli adulti “.

Non sono mancati commenti entusiasti su questa rivoluzionaria festa: “Ringrazio tutte le maestre perché oggi è stato un pomeriggio che mi rimarrà particolarmente nel cuore. Avete organizzato tutto benissimo e l’idea di realizzare la festa di fine anno così è stata magnifica. Essere accompagnati direttamente dai bambini nei loro spazi quotidiani e condividere con loro il gioco è stata emozione allo stato puro. Stupendo tutto, i bambini sono stati felicissimi di questa giornata e spero tanto sia la prima di tante altre! Grazie ancora per tutto il vostro impegno” E ancora: “Festa bellissima. Io ero scettica ma mi sono dovuta ricrede immediatamente. Siete state bravissime. I bambini erano contentissimi e i genitori più di loro. Nella nostra classe sono stati proprio contenti. Bravissime davvero!”.

Festa Casona Pianeta Bimbi Ballabio sAnche le maestre sono state felicissime del riscontro ricevuto dai bambini e dai genitori. Hanno così commentato: “Durante la festa noi insegnanti abbiamo potuto partecipare osservando i bambini e i loro genitori. La cosa più bella è stata vedere come fossero i bambini stessi ad introdurre gli adulti all’interno del gioco e la speciale complicità che si creava tra i piccoli e i loro genitori per creare inventare e divertirsi. Speciale è stata anche la voglia degli adulti di mettersi in gioco, di sporcarsi e di lasciarsi andare riscoprendo il piacere di condividere un momento speciale senza distrazioni (la regola imposta dai bambini era non usare il cellulare)”.

Un altro commento: “Accompagnando bambini e genitori alla mostra, ho avuto la netta sensazione che il racconto dei significati e dei gesti che i bambini hanno compiuto per per allestirla abbia offerto ai genitori una chiave di lettura più profonda che apriva loro stessi ad una condivisione di metodo. La proposta delle bandiere tibetane su cui lasciare un traccia del proprio passaggio è stata vissuta con entusiasmo, genitori e bambini insieme si sono interrogati sul futuro. Alcune frasi fra tante: ‘vorrei un mondo di fiori – un mondo di colori – vorrei un cane – grazie alle maestre – ti voglio bene per sempre – una famiglia per ogni bambino e tanto altro ancora’. Stanchissima ma felice: grazie a tutti genitori”.

 

Condividi sui Social!