MORÌ PER IL SINISTRO ALLA “CURVA DELL’ANGURIATT”, CONDANNATO A 21 MESI IL GIOVANE ALLA GUIDA

incidente-curva-anguriat-5-1 giada mornelli

LECCO – Condannato a un anno e nove mesi il giovane di Brugherio, J.G. classe 1994, che era alla guida della Opel Adam sulla quale rimase ferita la 22enne Giada Viola Mornelli. La 22enne di Pozzuolo Martesana morì successivamente, all’ospedale di Lecco. L’incidente risale al 12 maggio dello scorso anno: l’auto scendeva da Ballabio verso Lecco e andò a sbattere contro il muro alla cosiddetta “curva dell’anguriatt” in zona Montalbano. Il giovane monzese alla guida venne trovato con un tasso alcolemico pari a 2,11 g/litro, oltre 4 volte superiore dunque al massimo consentito di 0,5.

incidente curva anguriat (3)Nel terribile schianto rimasero feriti, meno gravemente, anche il conducente e un’altra passeggera. Giada Viola Mornelli era seduta sul sedile anteriore destro e dai rilievi non emersero segni di frenata. I genitori della 22enne deceduta acconsentirono all’espianto degli organi della figlia.

La sentenza è arrivata oggi; l’accusa avrebbe voluto una pena di due anni e mezzo ma oggi il Gup Salvatore Catalano ha solo parzialmente accolto le richieste, condannando J.G. a un anno e nove mesi, pena sospesa perché l’imputato è incensurato e la sentenza inferiore ai due anni di carcere.

 

DAL NOSTRO ARCHIVIO:

MORTE DI GIADA, PER IL GUIDATORE CHIESTI DUE ANNI E MEZZO. AVEVA UN TASSO ALCOLEMICO DI 2,11

MORTA LA GIOVANE RIMASTA FERITA SABATO SERA NELL’INCIDENTE SULLA VECCHIA LECCO-BALLABIO

 

Condividi sui Social!