LA JUVE CI RIPROVA IN CHAMPIONS

demiral

Si tratta ormai di una vera e propria ossessione: la Juventus sente la missione di vincere la Champions League come il primo obiettivo stagionale ormai da tantissimo tempo, soprattutto dopo aver perso due finali, ossia quella del 2015 contro il Barcellona e quella del 2017 contro il Real Madrid.

Dopo aver ufficializzato l’arrivo di Maurizio Sarri, un tecnico più basato sulla qualità del gioco rispetto ai risultati, la dirigenza bianconera ha lasciato intendere di voler cambiare canone di interpretazione del proprio calcio, puntando molto sull’estetica proprio per riuscire a vincere in Europa. La nuova Juve, insomma, proverà a trovare quella dimensione europea che ancora le manca per riuscire ad essere finalmente completa e assoluta. D’altronde, dopo il mercato effettuato soprattutto in entrata durante l’estate in corso sarebbe veramente un peccato non provare a sfondare nella competizione più importante del continente, quella Champions League il cui calendario verrà sorteggiato tra meno di due settimane a Nyon. In realtà, qualsiasi siano i suoi avversari, la squadra bianconera proverà ad eliminarli uno a uno per realizzare il sogno di tutti i suoi tifosi, ossia quello di tornare a trionfare in Champions, ventiquattro anni dopo la vittoria contro l’Ajax in quel di Roma.

Se andiamo a vedere le previsioni europee, infatti, notiamo come le sempre più frequenti scommesse sulla Champions League vedano la Juve tra le grandi favorite alla vittoria. Questo perché la squadra bianconera si è notevolmente rinforzata in questa finestra di mercato, arrivando ad ottenere i cartellini di due centrocampisti talentuosi come Adrien Rabiot e Aaron Ramsey, arrivati tra l’altro a parametro zero. Tuttavia il vero colpo dei bianconeri di quest’anno è senza dubbio Matthjis De Ligt, centrale difensivo olandese proveniente dall’Ajax, squadra della quale era capitano a soli diciannove anni, un ulteriore attestato di maturità e responsabilità per un giovane talento. Con il colpo De Ligt la Juve si è assicurata un centrale difensivo di tutto rispetto e con molta proiezione per i prossimi quindici anni, oltre ad aver affermato la propria forza sul mercato riuscendo a sborsare una cifra importante, ossia 75 milioni più una notevole commissione per il suo agente, quel Mino Raiola capace di assistere i più grandi calciatori del pianeta. Insieme a lui, ma anche a Bonucci e capitan Chiellini, Sarri potrà comporre una difesa solidissima nella quale servirà anche l’esperienza di Gianluigi Buffon, tornato a Torino per fare da uomo spogliatoio nell’ennesima rincorsa alla Champions League.

Contando in attacco su un fenomeno come Cristiano Ronaldo e su vari giocatori di livello come Douglas Costa, Paulo Dybala e lo stesso Gonzalo Higuain, la Juventus quest’anno non avrà più scuse. Il nono Scudetto consecutivo è un obiettivo tranquillamente alla sua portata, ma la vera svolta arriverebbe solo in caso di vittoria della Champions. La concorrenza, con Barcellona, Manchester City e Liverpool, è di quelle agguerrite, ma pare sia arrivato il momento di rompere gli indugi e puntare al bersaglio grosso, cercando di esercitare anche in Europa quella prepotenza sportiva che caratterizza ormai da anni la Juve in Italia.