DON BENVENUTO COMMENTA LE LETTURE – SETTIMA DOMENICA DOPO IL MARTIRIO DI SAN GIOVANNI

Cinque_pannelli_della_Parabola_del_Buon_Samaritano_all'_Ospedale_San_Raffaele_(Milano)

Possiamo dire che oggi siamo giunti al termine di un cammino che è durato tutta la scorsa estate, partendo dalle domeniche dopo Pentecoste. Ma di che cosa abbiamo parlato? Su che cosa abbiamo cercato di riflettere? Dalla chiamata di Abramo, Mosè, Davide fino alla venuta di Gesù Cristo, mandato da Dio: e davanti a Lui c’è chi crede e lo accoglie e c’è chi non crede e quindi non lo accetta. Possiamo riassumere tutto dicendo così: abbiamo visto come Dio entra a poco a poco nella vita umana, Dio cerca sempre il dialogo con l’umanità, Dio, superando molti ostacoli e spesso anche la diffidenza o la paura o l’ignoranza, si fa spazio e vuole regnare nel cuore degli uomini. Sì, abbiamo parlato e stiamo parlando del REGNO DI DIO!

Oggi Gesù ci svela, con un linguaggio semplice, tre segreti di questo Regno. Il primo segreto è un po’ di confusione. Uno sente le promesse di giustizia e di verità, sente parlare di amore e di speranza e dice: “Come deve essere bello il Regno di Dio!”. Poi si guarda in giro e vede che le promesse tardano ad essere compiute, l’ingiustizia continua a trionfare, anche tra chi segue le parole di Dio c’è chi predica in un modo e fa in un altro. Insomma si fa un po’ di fatica a vedere e capire cosa è questo Regno di Dio. A queste persone Gesù dice: “Avete ragione, la confusione c’è ma abbiate pazienza. Il giorno della chiarezza verrà certamente ma ora bisogna saper aspettare. Sopportate questa mescolanza tra il bene e il male, tra persone coerenti e incoerenti, tra persone oneste e disoneste. Immaginate dei pescatori che tirano su una rete.

C’è dentro di tutto, ma poi separano i pesci buoni da quelli cattivi.” Il secondo segreto è che il Regno di Dio non lo si vede chiaramente e si fa fatica a trovarlo. Ma c’è! E allora ci vuole ancora pazienza per cercarlo, ma non solo, bisogna anche essere degli intenditori esperti. Come chi va a funghi, come i cercatori d’oro o i cercatori di diamanti e pietre preziose. Bisogna essere dei bravi intenditori, ma di che cosa? Di ciò che è bello, di ciò che sazia una vita, di verità, di amore. A queste persone Gesù dice: “Coraggio, continuate a cercare, non stancatevi mai! Un giorno troverete quello che state cercando e allora sarete pieni di gioia!” Il terzo segreto è che il Regno di Dio può venirti incontro anche come un colpo di fortuna, come fosse una grossa vincita a un gioco. Ma invece di fortuna sarebbe meglio dire “grazia”. Comunque potrebbe sempre venirti incontro all’improvviso e quando meno te lo aspetti. Quando uno fa una grossa scoperta o gli capita una grossa vincita, l’esperienza lo dimostra, non va in giro a dirlo in piazza ma mantiene il segreto per paura che qualcuno se ne approfitti o per paura di perdere quel tesoro. Certe cose veramente importanti e preziose è bene tenerle nascoste. Ma poi bisogna essere dei bravi calcolatori. Uno che vende tutto quello che ha per comprare un campo fa una figura brutta davanti agli altri e troverà sicuramente persone che lo chiameranno imprudente o un po’ matto. Ma lui ha un segreto: sa che in quel campo c’è un tesoro che vale molto di più di tutto quello che ha ora. Lui vuole guadagnare, non perdere. Ha fatto bene i suoi calcoli ma gli altri non sanno il suo segreto! A queste persone che hanno trovato un vero tesoro nella loro vita, stiamo parlando di un tesoro fatto di amore, di verità, di giustizia, di fiducia nella paternità di Dio, di vera fratellanza tra tutti, Gesù dice: “Custodisci bene questo tesoro! Per custodire bene questo tesoro rinuncia a tante altre sciocchezze che valgono ben poco. Calcola bene quello che perdi e quello che guadagni e poi fai le tue scelte. Stai attento perché qualcuno non potrebbe capire quello che tu sai, qualcun altro potrebbe prenderti in giro perché fai cose strane ma loro non sanno la ricchezza che hai dentro. Tu non avere paura e vai avanti per la tua strada.”

Libro de l Profeta Isaia 66 , 18 – 23  Così dice il Signore Dio: “Io verrò a radunare tutte le genti e tutte le lingue; essi verranno e vedranno la mia gloria.”
Prima L e ttera di san Paolo ai Corinzi  Fratelli, siete stati lavati,  siete stati santificati, siete stati giustificati nel nome del Signore nostro Gesù Cristo e nello Spirito del nostro Dio.
 Vangelo di Matteo 13,44 – 52  Il Signore Gesù disse: “Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto nel campo… è simile anche a un mercante che va in cerca di perle preziose… è simile a una rete gettata nel mare, che raccoglie ogni genere di pesci.”

Don Benvenuto Riva parroco di Ballabio
Don Benvenuto Riva

Parroco di Ballabio

Scarica il folglietto
–> avvisi dal 13 al 20 ottobre 2019

 

 

Foto di FcarbonaraOpera propria, CC BY-SA 4.0,

Condividi sui Social!