MORTO A LECCO IL PRIMO CONTAGIATO BALLABIESE. ADDIO ALL’86ENNE AQUILINO INVERNIZZI

Aquilini Invernizzi Ballabio 2020

Scientist holding test tubes with liquid indoors, closeup. LaborBALLABIO – Era il primo ballabiese contagiato dal Coronavirus e purtroppo è anche il primo deceduto residente in paese a causa del COVID-19: si chiamava Aquilino Invernizzi, era notissimo e frequentava da anni diversi locali pubblici. Dopo il ricovero avvenuto nelle scorse ore all’ospedale ‘Manzoni’ di Lecco, si è spento all’età di 86 anni. Nel frattempo il Comune afferma che vi sarebbe anche un altro abitante di Ballabio positivo al Coronavirus: si tratterebbe di un ventenne.

Aquilino era molto amato in paese, soprattutto nella frazione superiore dove era nato e in tanti lo aiutavano nonostante la sua decisione di trascorrere gli ultimi anni in solitudine volontaria- senza però evitare di frequentare i bar per il caffè quotidiano, fino a qualche giorno fa e non solo a Ballabio ma anche sull’Altopiano valsassinese.

È sempre stato seguito dai parenti più stretti per quanto fosse possibile aiutarlo. Rappresentava un po’ una “istituzione”, col suo ufficio esterno collocato alla panchina vicino all’Alleluia, dove sedeva in qualsiasi condizione climatica. E se poteva dava anche una mano, in un esercizio areigianale di Ballabio Superiore.

Condividi sui Social!