COVID, PER LE SITUAZIONI DI DISAGIO 21MILA EURO DALLO STATO A BALLABIO. MORTERONE “AI MINIMI”

giuseppe-conte-decreto-2

BALLABIO/MORTERONE – L’ultimo provvedimento firmato da Angelo Borrelli, capo della Protezione Civile nazionale, prevede che tra tutti i Comuni italiani venga diviso un ammontare di 400 milioni di euro stanziati dal Governo Conte, utili per garantire i beni essenziali a chi ne ha bisogno. Di questi, l’80% (320 milioni) è stato distribuito uniformemente tra i comuni in base al numero di abitanti, mentre per il restante 20% (80 milioni) si è deciso di favorire i paesi “più poveri”, considerando la differenza tra il reddito pro capite e il reddito medio nazionale (dati del 2017).

Assunta Morterone 2017 (11)I soldi verranno utilizzati prettamente sotto forma di buoni spesa e i destinatari saranno valutati dai servizi sociali dei singoli Comuni. Nello specifico, a Ballabio arrivano 21.466 euro mentre il piccolo borgo di Morterone ottiene il minimo previsto dagli stanziamenti (600 euro totali).

Da sottolineare come la “quota b)“, spettante ai Comuni con scostamento – al ribasso – dal reddito medio nazionale del 2017, non riguardi le nostre due località. Anche se è evidente come in particolare a Ballabio siano purtroppo numerosi i casi di famiglie e singoli indigenti – proprio quei soggetti che avranno bisogno di questa “mancia di Stato” in arrivo.

Ecco come verranno suddivisi i fondi nel nostro territorio, Comune per Comune (evidenziati i due municipi di Morterone e Ballabio):

FONDI COMUNI ballabio morterone

0Shares