INSULTI PER IL DRONE, CONSONNI SODDISFATTA COMUNQUE. “STRUMENTO UTILE E VERSATILE”

droni ballabio consonni para pc calumer

drone para cadutisti ballabioBALLABIO – Era stata letteralmente sommersa dalle critiche (alcune anche pesanti) per l’iniziativa del drone in sorvolo sopra i sentieri montani di Ballabio. Ugualmente, la sindaca Alessandra Consonni esprime a una settimana di distanza da quel clamoroso flop (social) “grande soddisfazione” per la prova eseguita sabato mattina sul territorio comunale, “con l’impiego volontaristico di un drone, applicando disposizioni di prefetto e questore“.

L’attività, come anticipato, aveva lo scopo di monitorare situazioni di pericolo in montagna nei primi giorni di apertura dei sentieri – annota Consonni – e, al tempo stesso, verificare le prestazioni che droni di qualità possono fornire rispetto ad alcune criticità del territorio. L’utilità e la versatilità dello strumento droni per il nostro territorio è stata confermata da questa prova

consonni-2015-1pNon c’è stata nessuna caccia all’escursionista nè l’intenzione di far cassa con misure anti Covid, come hanno divulgato soggetti fantasiosi” precisa la sindaca rispondendo direttamente alle centinaia di accuse mosse su Facebook alla sua iniziativa.

Centinaia di “soggetti fantasiosi” con nome e cognome che in particolare sulla pagina social della tv locale ma anche in altri ambiti l’hanno ricoperta di insulti, accuse e giudizi critici.

DRONEParlando seriamente, invece, è stato possibile verificare in ottica preventiva e non repressiva la situazione dei sentieri – insiste Consonni – alla luce dell’ordinanza sindacale per scongiurare situazioni pericolose e, assieme, avere riscontro della possibilità di monitorare problematiche ambientali di particolare rilievo con una precisione del dettaglio che sarebbe di grande utilità per protezione civile e soccorso“.

La sindaca parla certo “seriamente“. Altrettanto sicuro come abbia potuto verificare – accanto alle presunte qualità dei droni – quanto questo genere di controlli aerei  sia “gradito” nel suo paese, a Lecco e pure altrove.

RedBN

 

DALL’ARCHIVIO:

 

 

Condividi sui Social!