SÖELDEN, DOPPIETTA AZZURA MA ROBERTA MELESI NON ARRIVA IN SECONDA MANCHE

melesi-roberta1

SÖLDEN (AUS) – È certamente una giornata di festa per le azzurre dello sci alpino, macchiata per i tifosi ballabiesi dalla sfortunata prova di Roberta Melesi che si ferma al 43esimo posto e non accede alla seconda manche del gigante odierno di coppa del mondo. Splendida la doppietta di Marta Bassino e Federica Brignone sul ghiacciaio del Rettenbach, a Soelden, la quattordicesima nella storia dello sci femminile, la prima a Sölden, ma oggi si è trattato di vero dominio.

Già nella prima manche le due azzurre di punta avevano dimostrato di avere una marcia in più rispetto a tutto il lotto delle avversarie fra le porte di uno dei giganti più impegnativi del circuito femminile. Bassino prima e Brignone seconda, fra loro 58 centesimi, poi il vuoto. Il tutto andava confermato nella seconda, operazione sempre complicata, soprattutto quando una Petra Vhlova si ritrova e piazza una supermanche risalendo fino alla terza posizione finale.

Ma le due azzurre “sono” il gigante, in questo momento, e riescono a gestire il grande vantaggio capitalizzato nella prima frazione e a chiudere con 1″13 di vantaggio rispetto alla slovacca per Bassino e a 99 per Brignone. Bella anche la prova di Sofia Goggia, al rientro dopo l’infortunio dello scorso febbraio. La sua azione non è ancora precisa, ma la bergamasca è sesta, con grandi margini di crescita.

L’unica nota che è mancata alla Nazionale femminile sono state le giovani: nessuna qualificata per la seconda manche. Ma siamo solo alla prima gara di stagione.

Ordine d’arrivo GS femminile CdM Sölden (Aut):
1. (1). Marta Bassino ITA 2’19″69
2. (2). Federica Brignone ITA +0″14
3. (10). Petra Vhlova SVK +1″13
4. (4). Michelle Gisin SUI +1″30
5. (3). Mina Fuerst Holtmann NOR +1″75
6. (8). Sofia Goggia ITA +2″47
6. (13). Meta Hrovat SLO +2″47
8. (6). Lara Gut-Behrami SUI +2″56
9. (14). Tessa Worley FRA +2″79
10. (17). Paula Moltzan USA +2″81
11. (25). Andrea Ellensberger SUI +3″54
12. (4). Alice Robinson NZL +3″65
13. (22). Romane Miradoli FRA +3″69
14. (18). Sara Hector SWE +3″71
15. (21). Nina O’Brien USA +3″83
15. (11). Katharina Truppe AUT +3″83
17. (9). Stephanie Brunner AUT +3″96
18. (24). Ekatierina Tkachenko RUS +4″78
19. (19). Ramona Siebenhofer AUT +4″90
20. (27). Ester Ledecka CZE +5″04
21. (26). Ana Bucik SLO +5″37
22. (20). Priska Nufer SUI +5″39
23. (30). Kaja Norbye NOR +5″69
24. (16). Franziska Gritsch AUT +6″05
25. (29). Valerie Grenier CAN +6″10
26. (7). Wendy Holdener SUI +7″28
27. (28). Alex Tilley GBR +8″09

Non qualificate per la seconda manche:
40. Lara Della Mea ITA
43. Laura Pirovano ITA
43. Roberta Melesi ITA
52. Valentina Cillara Rossi ITA
58. Luisa Bertani ITA
61. Ilaria Ghisalberti ITA

 

0Shares