LA MEDITAZIONE DOMENICALE DI DON GIANBATTISTA:
È IL REGNO LA RETE FESTOSAMENTE COLMA

Don Giambattista MilaniDon Giambattista Milani

In questa domenica ci è proposta la coda di quel discorso, nel cap. 13, che è così particolare: il terzo di Matteo, quello “in parabole”; qui proprio l’ultima delle parabole: quella della rete. Mi pare bello almeno coglierne due spunti, il primo, entrando dentro il racconto, nella meraviglia festosa, nel cuore di chi s’è trovato la sorpresa della rete tanto colma di pesce (il Signore – certo lo ricordate – l’ha fatto accadere davvero) ebbene: quale gioia! Dovrebbe essere riflessione e, perché no, anche per noi, esultanza del cuore pensando il regno di Dio dono per tutti gli uomini a prescindere dalle loro qualità.

La rete carica, nel baluginio di luci dell’agitarsi dei pesci nel sole, dà subito visione di vivacità festosa; la festa che è nel cuore di quei pescatori al vedere il lucente effetto delle prede; per noi è nella gratitudine meravigliata nell’essere nella cura di Dio, del suo regno, chiamati tutti, così come siamo, non prede – qui l’immagine non ci aiuta più – ma salvati. Vi è poi la cernita, dei buoni (il testo usa, addirittura, la parola belli). Questo ci impegna in un’altra riflessione perché essere chiamati, abbracciati nella rete, non è tutto. C’è poi – chiaro – il nostro impegno, quello che ci fa “scelti dagli angeli”.

Ma un secondo spunto lo coglierei dalla conclusione a farci scribi saggi che traggono dal tesoro cose nuove e cose vecchie. Oh! Il testo certo ci porta alla tradizione antica, israelitica e alla proposta di Gesù ch’è nuova. A me però garba di leggerci noi, di antica tradizione cristiana, a fare i conti con i valori, ma anche con le consuetudini, che ci sono stati lasciati e le sfide che la fede ci propone nell’oggi.

La Chiesa di oggi è nostra: a noi tocca animarla con la nostra fede, non semplicemente con organizzazioni pastorali o iniziative esteriori. Piuttosto ripensare e riplasmare la sensibilità cristiana nelle urgenze (sempre di carità) dei giorni che ci è dato attraversare.

DON GIAMBATTISTA MILANI RITAGLIODon Gianbattista MIlani
Parroco di Ballabio

 

Scarica il Foglietto degli Avvisi