IL COMUNE S’ARRENDE: CAMBIA LE CHIAVI A SCUOLA MA AMMETTE ANCHE “ATTI VANDALICI IN PAESE”

CARABINIERI SCUOLA ELEMENTARE SET17

Risultati immagini per sara gattinoniBALLABIO – Assente la sindaca, a parlare è l’assessora Sara Gattinoni che fa il punto della situazione dopo l’ennesimo clamoroso furto dell’altra notte (e l’intervento della Scientifica dei Carabinieri alle elementari del paese), annunciando tra l’altro l’atteso – ma ancora mai realizzato -, banale cambio delle serrature a scuola oltre ad altre misure.

CARABINIERI SCUOLA ELEMENTARE SET17 1PMa più interessante ancora è una ammissione che incuriosisce, da parte di una amministrazione dalla fortissima vocazione sicuritaria quale quella guidata da Alessandra Consonni: “Questi episodi – afferma Gattinoni – nascondono in realtà l’intenzione di compiere gesti asociali, come gli atti vandalici periodicamente commessi in paese“.

Dunque, oltre ai ladri o presunti vandali alla Primaria di via Confalonieri, Ballabio è nelle grinfie di teppisti che commettono atti “asociali”, addirittura “periodicamente”? Davvero?

MORIZIO UNIFORME BALISIOViene da riflettere allora sul programma consonniano, le promesse elettorali e i pacchi di comunicati della prima cittadina leghista – sempre all’attacco sul fronte della sicurezza ed arrivata al punto di ingaggiare un team di vigili dal Comune di Lecco, compreso nientemeno che il comandante assoluto Franco Morizio.

Per non dire delle famose telecamere (intelligenti e meno), dei vigilantes e delle ronde, della cura notturna da parte delle forze dell’ordine e quant’altro. Badate bene, non è questo giornale birbante ad affermarlo, no: è una esponente della giunta Consonni che parla contemporaneamente delle scuole depredate nonché di questi misteriosi “atti vandalici” che verrebbero commessi con continuità a Ballabio.

Scripta manent, indi ecco il testo consegnato ai social (a BN no, ci mancherebbe…) dall’assessora Gattinoni:

INTRUSIONI A SCUOLA, SOLUZIONI IN ATTO: VIA IL DENARO
DALLA “MACCHINETTA” E NUOVE MISURE DI SICUREZZA

Il distributore di bevande della Scuola primaria non conterrà più denaro ma funzionerà solo con chiavette prepagate, intanto sono in fase di conclusione ulteriori lavori di messa in sicurezza dell’edificio scolastico, compreso il cambio delle serrature. Queste alcune novità che riguardano le elementari di Ballabio, dopo che l’altra notte si è verificata una nuova intrusione, senza causare danni, tranne l’asportazione di pochi euro dalla macchinetta del caffè. Di seguito il comunicato del Comune.

L’amministrazione comunale si è subito attivata per esperire i rimedi possibili, sempre in contatto con le forze dell’ordine. Intanto, accanto alla iniziale supposizione che gli intrusi fossero in possesso di una chiave artefatta in grado di aprire l’ingresso della palestra, data l’apparente assenza di segni di effrazione, alcuni nuovi elementi hanno indotto a considerare soprattutto un’altra ipotesi che, al momento, non viene resa nota per motivi di sicurezza. In seguito al precedente episodio, scoperto nella giornata di lunedì, si registrano varie misure decise e attuate dall’amministrazione comunale in questi giorni. In particolare: 1) Sono stati disposti ed eseguiti o in fase di ultimazione i lavori di messa in sicurezza relativi alla nuova ipotesi considerata; 2) E’ stato comunque disposto ed è in fase di conclusione il cambio di 6 serrature della scuola, tra interne ed esterne; 3) Con decisione condivisa dal Comando dei Carabinieri di Lecco è stata richiesta al gestore la conversione della macchinetta distributrice di bevande che, a brevissima scadenza, funzionerà non più con monete ma esclusivamente con chiavetta prepagata, come avviene in diverse scuole e aziende. 4) D’intesa con l’autorità scolastica, il distributore è stato, temporaneamente, trasferito in una stanza allarmata, a cui il personale ha comunque accesso nelle ore di servizio, in attesa dell’esecuzione delle modifiche. 5) Sono in corso valutazioni e sopralluoghi per sistemi di protezione “mirati”.

“In questi giorni, sindaco e assessori – commenta l’assessore all’Istruzione Sara Gattinoni – si sono attivati direttamente per mettere in campo queste soluzioni che vanno ad aggiungersi alle precedenti opere eseguite, tra cui la collocazione delle inferriate alle finestre più a rischio. Tra l’altro, il distributore delle bevande non conterrà più denaro e capiremo se gli autori di questi episodi sono autentici ladri come quelli che, nell’ultimo mese, hanno compiuto 5 intrusioni in una primaria di Valmadrera per svuotare la macchinetta: se, da noi, si registreranno altri tentativi anche in mancanza del bottino, avremo la conferma che questi episodi nascondono, in realtà, l’intenzione di compiere gesti asociali, come gli atti vandalici periodicamente commessi in paese. In ogni caso, con gli ultimi interventi, anche la Scuola primaria diventa finalmente più sicura e l’amministrazione comunale ringrazia forze dell’ordine, personale scolastico, Ufficio tecnico comunale e titolare dell’azienda per la sensibilità e la collaborazione dimostrata”.

 

0Shares