MORTE DI GIADA, PER IL GUIDATORE CHIESTI DUE ANNI E MEZZO. AVEVA UN TASSO ALCOLEMICO DI 2,11

GIADA MORNELLI2

giada mornelliBALLABIO – Richiesta una condanna a due anni e mezzo di carcere per il 25enne di Brugherio J. G., alla guida della Opel Adam nella quale rimase gravemente ferita (morì successivamente all’ospedale di Lecco) Giada Viola Mornelli, 22 anni residente a Pozzuolo Martesana nel milanese vittima del tremendo incidente stradale avvenuto il 12 maggio dello scorso anno all’altezza della “curva dell’anguriatt” lungo la vecchia Lecco-Ballabio. La ragazza viaggiava accanto al guidatore – rimasto a sua volta ferito ma in modo non grave così come un’altra passeggera.

L’auto si era schiantata contro un muretto all’altezza del tornante, in discesa. Non vennero rilevati segni di frenata.

I genitori della 22enne deceduta avevano acconsentito all’espianto degli organi della figlia.

Oggi la richiesta del PM di due anni e mezzo di carcere (con rito abbreviato); il GUP Salvatore Catalano ascolterà il prossimo 9 luglio le eventuali ulteriori tesi, quindi emetterà la sentenza.

Il giovane monzese venne trovato con un tasso alcolemico pari a 2,11 g/litro, dunque oltre 4 volte superiore al massimo consentito di 0,5.

 

DAL NOSTRO ARCHIVIO:

MORTA LA GIOVANE RIMASTA FERITA SABATO SERA NELL’INCIDENTE SULLA VECCHIA LECCO-BALLABIO

Condividi sui Social!