CASO LIAM A BALLABIO, “NON LUOGO A PROCEDERE” NEI CONFRONTI DEI GENITORI

PROCESSO-CAUSA-CIVILE-GIUSTIZIA-LOGO-giustizia

tribunale-lecco-foto-ufficialeBALLABIO – Il Giudice dell’Udienza Preliminare del tribunale di Lecco Salvatore Catalano si è pronunciato oggi per il non luogo a procedere nei confronti di Fabio Nuzzo e Aurora Ruberto, genitori del piccolo Liam, il neonato ballabiese che aveva cessato di vivere il 15 ottobre 2015 ad appena 28 giorni. Dopo una lunga odissea giudizaria infatti si è giunti alla conclusione che non sia stata accertata una precisa responsabilità in ordine al decesso del piccolissimo Liam.

La richiesta del non luogo a procedere è stata proposta dal Sostituto Procuratore della Repubblica Giulia Angeleri, che ha preso in carico il fascicolo subentrando al magistrato (trasferito e non più a Lecco) Cinzia Citterio. La collega aveva avanzato per due volte la richiesta di archiviazione del caso, trovando l’opposizione del giudice Paolo Salvatore. Ora la conclusione definitiva della vicenda.

Condividi sui Social!