CASO LIAM: RINVIO A GIUDIZIO PER I GENITORI DEL NEONATO MORTO A 28 GIORNI?

TRIBUANEL-LECCO-FOTO-UFFICIALE

BALLABIO – Genitori di Liam ancora sotto processo? È questa la richiesta portata avanti dalla Procura generale, che pare aver invocato il rinvio a giudizio di madre e padre del piccolo che morì dopo solo 28 giorni dalla nascita.

I giudici della Corte d’Assise d’Appello hanno preso del tempo per valutare le argomentazioni e la decisione ufficiale arriverà nelle prossime ore o al massimo entro qualche giorno.

Inizialmente sospettati di omicidio per soffocamento, i due sono stati scagionati nel gennaio scorso dopo il sorprendente esito della perizia dei tre medici Fulchieri-Rossi-Celli, che hanno individuato in una polmonite interstiziale la vera causa della morte.

Non va dimenticato che, con le prime autopsie, il piccolo Liam aveva mostrato diverse fratture al cranio non giustificate.

> LEGGI ANCHE:

CASO LIAM, NUOVA INCHIESTA SU TRE MEDICI DEL MANZONI MA NIENTE ‘INCIDENTE PROBATORIO’ BIS

CASO LIAM A BALLABIO, “NON LUOGO A PROCEDERE” NEI CONFRONTI DEI GENITORI

CASO LIAM, IL GIUDICE DELL’UDIENZA PRELIMINARE PRENDE TEMPO